Uscite di gruppo

Le immagini più significative realizzate durante le nostre uscite.

Burano

Sabato 11 maggio, un gruppo di Amici della Fotografia:Adriano, Ivan, Ivo e Valentino, seppure con previsioni meteo sfavorevoli, è andato a Burano per una gita fotografica.
Appena superato Mestre, abbiamo preparato le macchine fotografiche, per cogliere i primi scatti della laguna con un cielo plumbeo ma senza pioggia. Eravamo già contenti di non dover aprire gli ombrelli (… e di doverne comperare uno!), ma non speravamo neanche nel sole. Scesi dal treno, con passo veloce siamo arrivati alle Fondamenta Nuove per proseguire poi con il motoscafo fino a Burano. Ivo, con la sola maglietta estiva, sfidava il vento e il freddo restando sul ponte a fotografare il panorama, assieme a Ivan e Valentino che erano ben più attrezzati.

Arrivati a Burano, ci siamo accordati sull’ora e sul posto dove ritrovarci e poi ognuno ha preso una direzione diversa, chi lungo un canale, chi in una calle e chi avventurandosi in un “sottoportego”. Da quel momento il tempo si è fermato, non sentivamo più lo stimolo della fame e ci concentravamo solo sull’ambiente che avevamo intorno, catturandolo nelle fotografie. Sono passate due o forse tre ore, ma sembrava un tempo lunghissimo, scandito solamente dalla scoperta di nuovi scorci da fotografare. Una casa colorata, una rete stesa sulla riva, il riflesso in una pozzanghera, un portico buio che usciva in un “campo”, un paio di pescatori con la pelle cotta dal sole, il bucato steso ad asciugare, … tutto diventava interessante e meritava uno scatto! Poi un occhio all’orologio ed era già ora di ritornare, proprio nel momento che usciva il sole, per cui fatte le ultime foto, mi sono diretto velocemente alla partenza del motoscafo, dove ci eravamo dati appuntamento

Il viaggio di ritorno è stata l’occasione per parlare di ciò che si era fotografato e rivedere insieme le foto fatte.

Ivan

«   »

Mostra COMPOSIZIONI 2013

«   »

Sabato 12 gennaio 2013 – CASCATE DEL SILAN

Chi l’avrebbe detto che a pochi passi da casa si trovasse un posto così ?
Ma come, Andrea ce lo aveva detto e mostrato e Luana si è offerta per accompagnarci.
Così, all’ora convenuta, 6 intrepidi AdF hanno cominciato la marcia di avvicinamento al Silan.
L’ambiente è brullo, la vegetazione non ancora rigogliosa si apre a scorci fotograficamente “interessanti”. In effetti la scena è di quelle che non ti aspetti, tutta da scoprire e da ricordare.
Sarà stata l’aria frizzante o la natura che ti avvolgeva, ma ognuno ha tirato fuori le sue potenzialità e le sue capacità migliori:
Luana : guida attenta e precisa; ha vigilato sull’incolumità di chi si era affidato a lei;
Adriano : novello esperto idrofotogeologo, ha sfoderato la sua inventiva nel costruire strutture sassose che resteranno nella storia;
Valentino : intraprendente esploratore e scalatore, scopritore di inquadrature che la gente comune nemmeno immagina;
Flavio : insegnante meticoloso e preciso, impossibile non imparare da lui;
Ivana : allieva diligente ed attenta, la aspettiamo per apprezzare i suoi risultati fotografici;
Giorgio : cronista dal passo sicuro e incerto nello stesso tempo, a distanza ha osservato per documentare le gesta dei compagni di avventura.
Il tempo passa e la sera si avvicina: il ritorno è cominciato, non senza indugiare in strutture arcaiche che offrivano però profumi inebrianti.
Così ci si saluta dandoci appuntamento per una prossima avventura, alla scoperta di altre cascate, magari anche più alte.

Giorgio

CENA DI FINE ANNO

«   »

 

ARCHIVIO EDIZIONI PRECEDENTI

Comments are closed.